Penni Senior(Alessandro Pennella)

Il Tatuaggio per me è:

Non inizierò dicendovi dove sono nato e cosa faccio e dove sono stato o cosa ho mangiato in questi anni... no preferisco raccontarmi a voi e mi piace pensare in maniera diversa... quindi amatemi o odiatemi per questo... fate pure ma io sono così! Non sono un amante degli schemi.

Il viaggio incomincia sin dal primo tatuaggio 2 puntini sulla mano fatto da solo a 13 anni nel 1988 nella mia cameretta con tre aghi da cucito legati insieme con del filo di cotone e come inchiostro la boccetta di Pellican comprata con le mance di natale, un male cane e mi ricordo ancora che volevo fare i 5 punti (Tatuaggio tipicamente criminale) ma mia madre Gabriella Sali in camera mia e quindi smisi subito nascondendo tutto e non finendo il mio primo tattoo.
Oggi posso dire che finalmente mi sento realizzato perché ho la possibilità di esprimermi nella mia passione essendo riuscito con sacrificio e costante dedizione a renderlo anche il mio lavoro.

Perché il tatuaggio tradizionale:

Ci sono arrivato con il passare del tempo e posso dire che solo approfondendo lo stile e studiando le varie epoche ho potuto capire il significato che ha per me il tatuaggio tradizionale.
Le persone che mi conoscono da tempo e quelle che mi conoscono da oggi sanno cosa faccio, e del resto come tutti gli artisti la mia massima ambizione e quella di essere cercato per il mio stile.
Giustamente mi capita di tatuare anche i clienti meno esigenti che mi chiedono anche la più piccola lettera che per quanto banale possa sembrare in realtà non lo è mai perché il tatuaggio soprattutto oggi ha sempre un messaggio d'amore e questo mi da grandi emozioni essendo l'amore grande fonte di ispirazione per me.
Lo stile che preferisco e il tradizionale europeo, In questo riesco a rispecchiarmi al 100% essendo Immediato ,Classico e pur essendo solido riesce ad essere di facile lettura dandoti la possibilità di capire sempre chi hai di fronte.
Un'altra caratteristica che mi porta ad essere ancor più convinto del mio amore verso questo stile e che ha un impatto visivo unico e introvabile pur confrontandolo con altri stili.
Mi da sensazioni uniche, partendo dalla creazione del disegno per poi dipingerlo infine creandolo su pelle e solo in quest'ultimo momento riesco ad entrare in uno stadio di totale appagamento mentale.

Perché questo lavoro:

Mi trovo nel mondo del tatuaggio da Tatuatore grazie a mio fratello Massimiliano.
Incominciò tutto da due Micky sharpz del mio socio Giuseppe... amore a prima vista.
Ad oggi non perdo occasione per essere grato al mondo del tatuaggio ,per quello che professionalmente è diventato per me, per le continue emozioni che ogni giorno sia al lavoro o anche solo in vacanza riesce sempre a darmi.

Qual è il mio valore aggiunto:

Sicuramente la sensibilità nel riuscire a capire subito cosa vuole il cliente, vivere quotidianamente il raggiungimento di determinati obbiettivi che mi prefiggo durante la quotidianità, il caparbio e costante approfondimento delle conoscenze artistiche delle epoche passate che alla lunga riesce a darmi delle belle soddisfazioni, ma non ultima come importanza sono il metodo e la tecnica che fortunatamente non si smette mai di apprenderne i concetti per poi trasportarli nell'esecuzione del tatuaggio, venendo poi da un epoca in cui nessuno ti insegnava il lavoro ma dovevi rubarlo costantemente osservando con grande attenzione per poi fare le domande giuste per riuscire magari con un pò di fortuna a trovare risposta.
Vecchia scuola, old manner always pay's back in the time... my wife would say.

Tattoo Island:

9 Settembre 2013, Grazie Massimiliano, Grazie Giuseppe ma soprattutto grazie a mia moglie Victoria Anne Roberts e i nostri tre figli Declan, Ruben e Maddison fonti di immensa ispirazione, costanza, perseveranza e motivazione e solo grazie a loro tutto ha potuto avere un inizio.
Abbiamo deciso di apportare un radicale cambio d'immagine sia alla struttura dello studio sia l'approccio con il cliente.
In testa tante tante idee talmente tante che ancora oggi ho dei progetti nel cassetto per il nostro studio ai quali non sono ancora riuscito a fargli vedere la luce, il tempo non e mai abbastanza!
Lavoro quotidianamente mettendo mattone dopo mattone in modo da poter diventare nel corso degli anni un punto di riferimento nel mondo del tatuaggio insieme ai miei colleghi.

Il mio tatuaggio:

Oserei dire passione, anzi meglio... grande amore e grande passione, non mi accontento e non posso.
Amo cercare le mie referenze in artisti dell'800 e contemporanei fondendoli poi tra loro.
Perché il mio tatuaggio??? Amore incondizionabile, passione infinita e quando si ha la fortuna di fare un lavoro che e anche la nostra passione allora tutto diventa più semplice, perché i miei occhi hanno bisogno di riempirsi d'amore come nei momenti speciali la nascita delle mie sorelle Federica e Isabella, quando mio fratello beveva bottiglie di Cocacola e pescava pesci di fronte a dove lavoravo in Spagna o i miei figli che mi hanno chiamato papà per la prima volta o il mio matrimonio.. quelle sono immagini ed emozioni che non hanno prezzo perché ti senti realizzato ecco cos'è il mio tatuaggio per me un mix di tutte queste emozioni amplificato fino all'impossibile.
Passione e Amore.
L'importante e farli andare via con un tattoo solido che possono portare in giro a “A TESTA ALTA” e parlar bene dei miei lavori perché loro sono la mia unica pubblicità.

Adesso! posso dirvi che mi chiamo Alessandro Pennella sono nato il 13/01/1975 a Monza, sono alto ho il petto Villoso e mi piace tatuare con le scarpe classiche, ma soprattutto...

Im created by god but improved by the Devil